Informazioni su allergie e intolleranze alimentari

intolleranze ing

 

Potremmo essere intolleranti ad alcuni alimenti e non saperlo !

Per la tutela della nostra salute, è utile conoscere gli alimenti che possono disturbare il nostro organismo. Il primo passo è esaminare eventuali sintomi e ricostruire le esperienze prorie e dei familiari con cibi che in passato hanno provocato disturbi gastrointestinali, infatti il primo test da effettuare è il controllo della dieta e, se si riscontra la persistenza di disturbi, ricorrere a esami diagnostici più specifici e raffinati. 

Attraverso l'indicazione dello specialista gastroenterologo, si devono dapprima evitare gli alimenti sospettati di provocare i disturbi lamentati. Solitamente i disturbi possono essere di natura intestinale, come la diarrea, oppure dermatologica, come le eruzioni cutanee, oppure legate al cattivo assorbimento dei nutrienti.

In seguito vengono condotti esami per l'individuazione degli specifici fattori, di frequente anticorpi o autoanticorpi, presenti nel sangue.

Possono essere utili anche test per l'analisi del respiro e delle feci, o esami più invasivi come colonscopia e gastroscopia per indagare l'integrità delle pareti dell'apparto digerente ed eventualmente prelevare campioni di tessuti per un esame istologico in laboratorio.

I test delle intolleranze alimentari, spesso definite erroneamente "allergie alimentari", devono essere preceduti da una visita approfondita che coinvolge diverse specialità mediche: gastroenterologia, dermatologia, allergologia.

A cosa serve il test delle intolleranze allimentari ?

La dieta di evitamento è un test molto diretto e pratico con il quale il paziente è invitato a non consumare gli alimenti sospettati di provocare l'intolleranza ed è il primo metodo per verificare quali componenti potrebbero creare disturbo.

I test diagnostici delle intolleranze alimentari non danno risultati sempre decisivi. Nel caso dell'intolleranza al lattosio, ad esempio, si ricorre al test del respiro (breath test), per la ricerca di idrogeno nell'area emessa che fa sospettare una cattiva digestione del latte.

La Celiachia può essere diagnosticata attraverso un esame del sangue per la ricerca di particolari anticorpi e autoanticorpi che permettono di distinguerla da malattie con sintomi simili come il morbo di Crohn o la sindrome da colon irritabile.

Vengono impiegati altri test, con maggiore o minore efficace, e sono:

  • il dosaggio di immunogammaglobuline di tipo G
  • gli esami del sangue (Rast Test o Cap-Rast), che individuano i livelli di anticorpi presenti nel sangue, evidenziano l'alterazione immunitaria scatenata dal consumo di determinati cibi. La ricerca può essere effettuata su specifici anticorpi, generalmente le Immunogammaglobuline E o G (IgE o IgG)

Esistono norme di preparazione per il test delle intolleranze alimentari ?

La maggior parte degli esami principali per la diagnosi di un'intolleranza alimentare non prevede particolari regole di preparazione.

Per gli esami del sangue il paziente deve presentarsi presso il laboratorio di analisi a digiuno, solitamente la mattina.

Gli esami endoscopici hanno regole di preparazione più rigide, anche per la necessità di un'anestesia, ma, nel caso della diagnosi di intolleranze alimentari, questo tipo di esami è limitato a casi eccezionali in cui si sospettano altre complicazioni.

Chi può effettuare il test delle intolleranze alimentari ?

La maggior parte dei test per le intolleranze alimentari può essere condotto senza controindicazioni su tutti i pazienti.

Bisogna riservare particolare attenzione nei casi in cui i pazienti abbiano avuto reazioni particolarmente severe. Per questo va assolutamente evitato il ricorso a test acquistati online e condotti autonomamente.

Il test delle intolleranze alimentari è doloroso e/o pericoloso ?

I test principali per la diagnosi delle intolleranze alimentari non sono né dolorosi né pericolosi.

Come funziona il test delle intolleranze alimentari ?

Gli esami del sangue vengono condotti ambulatorialmente, sono rapidi e indolori.

L'esame del sangue consiste in un prelievo per via endovenosa che dura pochi minuti.

Articolo tratto dal sito di: Humanitas Research Hospital

 

 

Pin It